Quali fiori regalare, a chi e quando.

Quali fiori regalare, a chi e quando.

Sapete che c’è tutta un’ etiquette su quali fiori regalare, a chi e quando? E’ sempre un’ottima scelta a prescindere, ma leggendo “Il tovagliolo va a sinistra” di Elda Lanza (manuale di eleganza e bon ton nei tempi moderni) regalatomi da una cara amica, ho scoperto che ci sono regole precise. Uno può benissimo non seguirle e campare sereno fino ai 37 anni abbondanti come ho fatto io (forse per questo mi è stato regalato il libro).

Altrimenti può ritrovarsi a leggere un post contro la propria volontà. In ogni caso condividerò con voi qualche chicca, non voglio mi si dica grazie.

Ci sono occasioni in cui regalare fiori è diventato obbligo sociale:

-il mattino seguente ad un invito a cena, con biglietto di accompagnamento (sconsigliato invece mettere in imbarazzo la sera stessa la padrona di casa arrivando con un mazzo. Bah. Io salterei di gioa. Ma UBI LANZA…MADONNAGER cessat). Speriamo di poter presto tornare a fare e ricevere inviti!

-in caso di matrimonio, spedirli a casa della sposa

-per un funerale si inviano in Chiesa (tiè)

-a un uomo meglio regalare una pianta, fiori NEIN (se no poi non fanno il militare)

-per un malato prediligere fiori poco vistosi e poco profumati (#maiunagioia)

-ad una neo mamma fiori delicati, privi di profumo. Sceglierli rosa o azzurri in base al sesso pare sia una cafonata

-per una donna di una certa età meglio puntare su colori smorzati che se no si offende (ma perché??)

Quando si ricevono non si ringrazia se a sua volta sono stati omaggiati per ringraziare, altrimenti si entra in un circolo senza fine. Si ringrazia se invece sono stati ricevuti per compleanno, matrimonio, funerale (aritiè) etc

Interessante, no?

Ma passiamo ora alla mia parte preferita ossia alla marchetta che nessuno paga e che a nessuno interessa ma io sono davvero l’Ambassador che ogni azienda vorrebbe. Se mi hai colpito e se mi hai convinto IO TI PREMIO! E oggi la menzione, alcuni di voi mi hanno già sentito decantarne le lodi, va a Colvin! E-commerce di fiori con consegna a domicilio, in comoda scatola che li conserva benissimo in attesa di metterli a bagno. Puoi regalarli, regalarteli e puoi fare addirittura un abbonamento!

Io ho finalmente provato tutte le modalità, per l’esattezza mi sono abbonata il mese scorso con vaso in omaggio. Dovrei ricevere in settimana il secondo mazzo. Speriamo che non subisca ritardi la consegna, data la situazione! Adesso che si va incontro alla bella stagione avere per casa fiori colorati, freschi e profumati regala un pò di felicità (non sono puerpera, malata, vecchia quindi Elda Lanza dormirà sonni tranquilli). Quanto ne abbiamo bisogno, in questi giorni di clausura forzata! Pare davvero che fiori e piante abbiano un impatto su ansia e preoccupazioni.

Mi sfugge se devo spedirmi un biglietto per ringraziarmi, però.

Ora che sapete quali fiori regalare, a chi e quando non vi resta che visitare il sito di Colvin. Non è una meraviglia?

Per altri articoli di Lifestyle e well-being clicca qui.

Leggi anche...
5 consigli non richiesti per la remise en forme

5 consigli non richiesti per la remise en forme: partiamo dal primo, il più semplice. 1)NON SI CHIAMA DIETA Le Read more

Canta che ti passa! Con la App Smule

"Canta che ti passa!" è un vecchio adagio che si basa su un fatto vero. Lo sapete infatti che cantare Read more

#5. La ragazza del treno. Un libro di Paula Hawkins

"La ragazza del treno" di Paula Hawkins è il quinto libro del poster che ho letto l'anno scorso. Se non Read more

10 Rimedi contro la stanchezza delle mamme

Voi quali rimedi avete contro la stanchezza proverbiale delle mamme? Perchè tutte lo sappiamo. Con i bambini piccoli si toccano Read more

Share it 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto