Recensione del libro “Il coraggio di provarci” di Cristina Scocchia

Recensione del libro “Il coraggio di provarci” di Cristina Scocchia

Recensione del libro “Il coraggio di provarci” di Cristina Scocchia: Un Inno alla Leadership Inclusiva e Responsabile. La risposta italiana al libro di Sheryl Sandberg (Facciamoci Avanti) che tanto mi ha ispirato come donna e manager. Ne avevo parlato in questo articolo.

Cristina Scocchia, nel suo libro “Il coraggio di provarci. Una storia controvento,” ci offre una panoramica potente e ispiratrice del suo viaggio personale e professionale, partendo da un piccolo paese ligure fino a raggiungere le vette del mondo aziendale, passando per Procter&Gamble e L’Oréal. Un percorso di grande lavoro, impegno, sacrifici e determinazione. Nulla arriva per caso. Attraverso la sua narrazione, emerge chiaramente un modello di leadership inclusiva e responsabile, che va oltre i tradizionali paradigmi di potere e successo.

Un Viaggio di Inclusione e Valorizzazione dei Fallimenti

Uno degli aspetti più toccanti del libro, oltre ai suoi numerosi successi, è l’idea di valorizzare i fallimenti come parte integrante del percorso di crescita. Battute d’arresto, cambi di rotta o qualcosa che non va come previsto possono far parte del percorso di tutti, nell’arco di una carriera lavorativa. Scocchia sottolinea l’importanza di riparare le cose lasciando visibili le tracce di quanto si è rotto. Questo concetto, che ricorda la pratica giapponese del Kintsugi, dove le crepe della ceramica rotta vengono riempite con oro per esaltarne la bellezza, simboleggia come le cadute non debbano essere nascoste, ma piuttosto celebrate come segni di resilienza e apprendimento. Lo trovo bellissimo.

Scocchia racconta come, nella sua carriera, abbia affrontato e superato numerosi ostacoli, trasformando ogni difficoltà in un’opportunità per crescere e migliorare. Questo approccio riflette una leadership basata sull’autenticità e sul coraggio di mostrarsi vulnerabili, sfidando il modello di leadership tradizionale che spesso predilige l’infallibilità e la perfezione apparente​​.

Leadership Inclusiva e Meritocratica

Il libro è anche un manifesto di come le barriere socio-economiche e di genere possano essere superate con determinazione, merito e valori etici. Scocchia, che ha ricoperto ruoli di rilievo come amministratore delegato anche di aziende come Kiko e Illycaffè (dove lavora attualmente), e membro del consiglio di amministrazione di giganti come EssilorLuxottica e Fincantieri, propone una visione di leadership che promuove l’inclusione e l’equità​.

La sua storia è un esempio concreto di come sia possibile raggiungere il successo senza compromettere i propri valori. Scocchia insiste sull’importanza di un’impostazione etica nella leadership, dove il successo è misurato non solo dai risultati economici, ma anche dall’impatto positivo sulle persone e sulla società.

Per riassumere, “Il coraggio di provarci” è un libro che ispira e motiva, offrendo preziose lezioni di vita e leadership. Cristina Scocchia ci invita a riconsiderare il concetto di successo, valorizzando i fallimenti e promuovendo una leadership inclusiva e responsabile. Per chiunque cerchi di migliorare sé stesso e il proprio approccio alla leadership, questo libro è una lettura imprescindibile.

Ecco la mia recensione del libro “Il coraggio di provarci” di Cristina Scocchia.

La conoscevi già? Ti ispira la sua storia?

Ti aspetto sul mio profilo Instagram!

Leggi anche...
#2. “Cecità”. Un libro di Josè Saramago

"Cecità" di Josè Saramago è il secondo libro che ho letto tra quelli proposti dal poster. Pensare che era negli Read more

Risparmiare alla giapponese con il KAKEBO

Risparmiare alla giapponese: inauguro la rubrica "MANAGER" con una tecnica in realtà per uso domestico, più che lavorativo. Ma sempre Read more

Ma tu che lavoro fai? La Brand Manager

Ma tu, che lavoro fai? Me lo chiedono spesso, me lo hanno chiesto i miei figli, gli amici, i conoscenti. Read more

Uomini e donne, alleati o nemici?

Esempio di collega supporter che si presta alle mie richieste di foto "spontanee". Uomini e donne, alleati o nemici? I Read more

Share it 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto