#7. Il paziente inglese. Di Michael Ondaatje

#7. Il paziente inglese. Di Michael Ondaatje

“Il paziente inglese” è il settimo libro che ho letto l’anno scorso, facendomi ispirare come sempre dal mio adorato poster “read&scratch” con i 100 libri da leggere almeno una volta nella vita.

La trama è affascinante.

Ci sono un inglese, un italiano, una canadese e un indiano… Sembra il plot di una barzelletta, ma si tratta invece di un bellissimo romanzo dove i protagonisti si ritrovano in una villa vicino a Firenze dopo la fine del secondo conflitto mondiale. Qui uno sconosciuto gravemente ustionato al viso viene curato dalle mani amorevoli di Hana, un’infermiera canadese che sceglie di restargli accanto ed accudirlo invece di seguire l’esercito alleato che si sta ormai ritirando.

L’uomo sembra aver perso la memoria, non ricorda chi è, possiede solo un libro consunto delle “Storie di Erodoto”, pieno di annotazioni, ritagli e mappe, unico bene sopravvissuto all’incidente aereo che gli ha deturpato la faccia. Hana gli legge il libro tutti i giorni e pian piano il paziente inizia a ricordare le sue avventure nel deserto. Il suo amore proibito, la sua amicizia tradita. Fino ad arrivare a scoprire e ricordare la sua vera identità.

Fa da sfondo un’atmosfera post apocalittica di svuotamento psicologico ed esistenziale propria del dopo guerra.

Ho scelto questo libro anche perché conoscevo il titolo grazie al film… che non ho però mai visto. Non stento a credere che dalla trama possa essere nato un prodotto degno di 9 premi Oscar.

Mi toccherà colmare presto anche la lacuna cinematografica.

#100essentialschallenge #numero7

Per leggere altre recensioni di libri oltre a “Il paziente inglese” clicca qui.

Leggi anche...
#1. Il Conte di Monte Cristo di Alexandre Dumas

Mi scusi il Conte di Monte Cristo per la breve digressione iniziale. Nell'attesa di ricevere il poster "leggi&scratcha" con la Read more

#2. “Cecità”. Un libro di Josè Saramago

"Cecità" di Josè Saramago è il secondo libro che ho letto tra quelli proposti dal poster. Pensare che era negli Read more

#3. Alice nel Paese delle meraviglie di Lewis Carrol

"Alice nel Paese delle meraviglie" è sempre stato il mio cartone preferito della Disney. Che peccato non aver reso prima Read more

Il fondotinta dei sogni: Double Wear di Estée Lauder

Double Wear Estée Lauder Il fondotinta dei sogni esiste. Almeno dei miei. Ci ho messo una vita a trovarti, caro Read more

Share it 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto