#8. Orgoglio e pregiudizio di Jane Austin

#8. Orgoglio e pregiudizio di Jane Austin

Orgoglio e pregiudizio è l’ottavo libro che ho letto tra quelli proposti dal poster. Sicuramente un gran classico che molti di voi avranno già affrontato. A me mancava, ecco perchè l’aver intrapreso questo viaggio alla scoperta dei 100 essential è un’ottima idea per recuperare alcune gravi mancanze .

«È verità universalmente riconosciuta che uno scapolo in possesso di un solido patrimonio debba essere in cerca di moglie»

Nella prima frase c’è già tutto il senso del libro.

La famiglia Bennet ha cinque figlie: Jane, Elizabeth, Mary, Kitty e Lydia. L’ (unico) obiettivo della signora Bennet, vista la mancanza di un figlio maschio che possa ereditare la loro tenuta di Longbourn nell’Hertfordshire, è quello di vedere sposate le sue figlie e quando giunge nei paraggi il ricco e celibe signor Bingley, freme affinché le figlie gli vengano presentate quanto prima. E con una delle pulzelle, Jane, è colpo di fulmine, per gioia di mammà.

Nei vari happening in società si fa la conoscenza anche del Signor Darcy, ricco gentiluomo e proprietario terriero che in diverse occasioni si incontra e si scontra con Licia e così… ah no con Elizabeth, la seconda delle figlie maggiori. Entrambi all’inizio non si “prendono”: superbo e altero lui, piena di pregiudizi lei.

Alla fine però questi due personaggi si riveleranno essere la vera coppia protagonista del romanzo, dando vita ad un’indimenticabile storia d’amore.

Ho visto di recente il film con Keira Knightley nel ruolo di Elizabeth e devo dire che rende molta giustizia al personaggio e alla storia. Sono rimasta incredibilmente colpita in particolare dalla sua mascella che non ricordavo così importante, da non avere nulla da invidiare a Ridge di Beautiful. Buca davvero lo schermo.

In ogni caso… che bel mondo questo delle famiglie bene inglesi, il cui unico scopo e argomento era (è?) la ricerca del buon partito. Una leggerezza, una superficialita’, un distacco completo dalla realtà e dalle difficoltà della vita che fanno meglio comprendere i sentimenti che hanno portato alla ghigliottina nella vicina Francia. Having this said, la lettura è comunque piacevole e la storia dell’orgoglioso e della prevenuta degna di essere conosciuta.

Orgoglio e pregiudizio di Jane Austin tra l’altro ha ispirato la serie Bridgerton in molti punti, qui l’articolo dove ne parlo!

Leggi anche...
Come conciliare al meglio lavoro e vita privata: 8 consigli

Come conciliare al meglio lavoro e vita privata: chi scopre la ricetta magica vince un milione di dollari. Ormai il Read more

La Thatcher di The Crown è il personaggio più controverso

La Thatcher di The Crown è il personaggio più controverso... Vado ad esporre la mia tesi, signori. E' davvero un Read more

#5. La ragazza del treno. Un libro di Paula Hawkins

"La ragazza del treno" di Paula Hawkins è il quinto libro del poster che ho letto l'anno scorso. Se non Read more

#4. Nelle pieghe del tempo. Di Madeleine L’Engle

"Nelle pieghe del tempo" di Madeleine L'Engle è il quarto libro del poster che ho letto. “Era una notte buia Read more

Share it 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto