Le idee regalo Natale 2023 che nessuno ha chiesto

Le idee regalo Natale 2023 che nessuno ha chiesto

Le idee regalo Natale 2023 che nessuno ha chiesto. Eccoci qua, non si perde un appuntamento a riguardo.

Come sempre cerco di coprire quanto più possibile i 3 ambiti principali, quello da madre, da donna e da manager.

Partiamo dal centro, dal nostro essere donne. Strano a dirsi, uno dei miei ambiti preferiti per fare regali è quello della cosmetica. Temo farò qualche spoiler a chi potrebbe ricevere qualcuna di queste idee, ma la vita è imperfetta, lo sappiamo.

Nella categoria Lipgloss ho scelto, per un pubblico under 18, attraverso la ricerca su Google “il più virale su Tik Tok” (c’è metodo, nella mia follia), andando a parare su KIKO 3D Hydra Lipgloss.

Non ho provato per ovvi motivi anagrafici, ma credo piacerà.

Per un target più carampanico invece, meglio un classico Dior, Lip Glow Oil , un olio nutriente e colorato (un rosso Cherry per un richiamo al Natale). Protegge, ammorbidisce e rivitalizza le labbra.

Altra scelta Skin Care, sempre valida soprattutto in inverno quando la pelle è costantemente disidratata (quest’anno mi sembra peggio del solito, concordi?) è la collezione di maschere Sephora . Il kit ne contiene 8 per viso e corpo, in una trousse omaggio.

Invece per l’annosa questione delle borse sotto gli occhi ho provato a dare fiducia a questa marca, nuova per me, DRMTLGY. Se compri le vocali, il campo semantico appare più chiaro. Si tengono in frigo e dovrebbero sgonfiare. Nel mio caso ormai ci vorrebbe un miracolo, controllo se nel merchandising di PDRP (Padre Pio) c’è qualcosa a riguardo.

Se avete fidanzate, mogli, madri meno da “Beauty” e più da accessorio, o per voi stesse se amate il genere, mi sono innamorata di questa borsetta di Alviero Martini. Piace più nelle nuance del cammello, come emerso dal sondaggio che ho fatto sul mio profilo Instagram. Forse la forma a cuore è più da under 18 anche in questo caso, ma l’età è quella che ci si sente.

Se avete bambini ancora piccoli e borsette come questa vi sembrano una chimera, propongo una variante più capiente. Perfetta per mamme nel tempo libero, ma confesso di averla usata più volte anche in ufficio, ci sta comodamente il PC. Ci sono anche dei modelli da uomo.

La marca è francese si chiama ZEDE, qui il sito.

Per le amiche più intellettuali, un libro. Quest’anno raccomando Appetricchio.

Lettura piacevole e leggera, ti porta in un’altra dimensione. In Abruzzo, in Lucania, in Liguria… Petricchio è il luogo dell’infanzia, che abbiamo un po’ tutti nel cuore e al quale si ritorna (anche solo con la mente) per tutta la vita, con la sensazione di sentirsi davvero come a casa.

Diamo fiducia e merito alle scrittrici emergenti e pazzamente ironiche come Fabienne Agliardi, ne ho parlato meglio in questo articolo.

Come madre inutile dispensare consigli per regali ai bambini, quest’anno. Ormai scelgono davvero tutto loro. Il mio primogenito, degno figlio di Padre Ing, nella lettera a Babbo Natale ha sfoderato addirittura i codici ean dei Lego che gli interessano, presi da apposito catalogo. Spera così di indirizzare la scelta del vecchio Babbione di rosso vestito a colpo sicuro.

L’unica cosa che mi sento di segnalare, per chi ha letto i libri di Yuval Noha Harari “Sapiens” e “Homo Deus”, è che ho visto la versione a fumetti adatta ad un pubblico più giovane.

La storia umana è stata plasmata da tre grandi rivoluzioni: la rivoluzione cognitiva (70.000 anni fa), la rivoluzione agricola (10.000 anni fa) e la rivoluzione scientifica (500 anni fa). Queste rivoluzioni hanno permesso agli esseri umani di fare qualcosa che nessun’altra forma di vita ha fatto, cioè creare e connettersi intorno a idee che non esistono fisicamente (pensate al tifo, al capitalismo e alla politica). Questi “miti” condivisi hanno permesso agli esseri umani di conquistare il mondo e hanno messo l’essere umano in cima alla piramide alimentare.

Bello iniziare di già a far unire loro diversi puntini sulla storia dell’uomo, se sono appassionati di questi argomenti.

Per i genitori (ri)propongo poi il libro sulla paghetta, se, quando e come darla. Un testo ricco di spunti e che va oltre l’economia toccando persino il pensiero filosofico con l’eterna domanda “i soldi fanno la felicità?”

La recensione e il link al libro li trovi qui.

Per la rubrica Manager, per i poveri Cristi che mangiano la “schiscetta” in ufficio, non posso non condividere questa box che volendo è un ulteriore regalo per bambini, perchè comodo comodo ci metti anche un contenuto più adatto alla scuola materna.

Vedi tu in che categoria farla rientrare, intanto eccolo.

Guardalo meglio, prima di decidere che la mensa, tutto sommato, resta sempre una scelta migliore.

In questo ambito ricordo questa lettura, perfetta per manager.

Il saggio spiega che siamo fatti in modo diverso e a volte ci sembra che gli altri non ci capiscano semplicemente perché non troviamo il modo giusto di comunicare.

Capire il comportamento delle persone che ci circondano è la chiave per una comunicazione di successo. E sappiamo quanto sia importante, specie nel mondo del lavoro.

La recensione e il link al libro in italiano

Infine, per il mio team ho pensato ad una serata insieme al cinema con pop corn! Un modo per stare tutti insieme in un momento di disimpegno dai drammi markettari quotidiani.

Non sei soddisfatto dei consigli di quest’anno? Fatti ispirare dalle edizioni precedenti!

Idee Natale 2022

– Suggestioni Natale 2021

-Consigli Natale 2020

Ti aspetto sulla mia Pagina Instagram per sentire i tuoi spunti!

Leggi anche...
#1. Il Conte di Monte Cristo di Alexandre Dumas

Mi scusi il Conte di Monte Cristo per la breve digressione iniziale. Nell'attesa di ricevere il poster "leggi&scratcha" con la Read more

#2. “Cecità”. Un libro di Josè Saramago

"Cecità" di Josè Saramago è il secondo libro che ho letto tra quelli proposti dal poster. Pensare che era negli Read more

#3. Alice nel Paese delle meraviglie di Lewis Carrol

"Alice nel Paese delle meraviglie" è sempre stato il mio cartone preferito della Disney. Che peccato non aver reso prima Read more

Il fondotinta dei sogni: Double Wear di Estée Lauder

Double Wear Estée Lauder Il fondotinta dei sogni esiste. Almeno dei miei. Ci ho messo una vita a trovarti, caro Read more

Share it 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto